I COMPITI

Dopo la merenda si devono fare i compiti di scuola. Che supplizio per noi mamme!

La sensazione è quella che siano assegnati a me e non a mio figlio!

CHE BELLO!!! Oggi, dopo la scuola, porto mio figlio a giocare al parco con alcuni suoi COMPAGNI. Solo un’oretta, perché poi ci sono i compiti da fare. Se dipendesse da mio figlio, lui giocherebbe tutto il giorno.

Finalmente a casa:

Hai voglia di fare i compiti? (gli ho chiesto)

Sì, più tardi però! (risposta scontata)

Sbrigati! La merenda l’hai avuta e hai già giocato un’ora al parco. Poi non hai più tempo! Devi fare la doccia prima di cena e poi un solo cartone animato prima di andare a letto. Domani hai ancora otto ore di scuola e non devi fare tardi.

Non li posso fare domani?

Scherzi!! Domani, dopo la scuola, devi andare in piscina e dopodomani è il giorno della spesa e devi andare anche in biblioteca.

Uffa! Ma quando posso giocare? (…è ancora un bambino!)

Ok, sabato e domenica sei a casa da scuola e puoi giocare quanto vuoi.

Me lo prometti? Non è che poi ti ricordi che dobbiamo andare da qualche parte?

Ma quanto brontoli! A quest’ora li avresti già fatto i compiti, comunque e meglio NON RIMANDARE A DOMANI QUELLO CHE PUOI FARE OGGI.

0